Come usare (e non) i Meta Tags per il Posizionamento SEO

Come abbiamo visto più volte ed è di dominio pubblico, l’ottimizzazione dei meta tag nel codice della pagina che si vuole ottimizzare per i motori di ricerca è uno dei primi passi nella strategia di posizionamento dopo la scelta delle parole chiave (effettuata con strumenti come Google Suggest, il classico Strumento per le parole chiave di Adwords o altri metodi di selezione delle parole chiave).

Ciò nonostante circolano ancora dei miti e delle pratiche poco aggiornate su come usare questi strumenti: in questo post ci occupiamo di due aspetti, la posizione di Google sui vari meta e sul meta keywords.

Google considera il Meta Tag Keywords nel posizionamento?

La risposta è chiaramente no. Serviva ricordarlo? Forse no, è risaputo, anche se le posizioni di Yahoo e Bing sul meta keywords fino a qualche tempo fa sembravano più concilianti di quella di Google, che Cutts esprime chiaramente nel video qui sotto:

Nessuna speranza? Cutts sembra chiaro già nel 2009 (e tutt’ora) nel dire che

Our web search disregards keyword metatags completely. They simply don’t have any effect in our search ranking at present (…) It’s possible that Google could use this information in the future, but it’s unlikely. Google has ignored the keywords meta tag for years and currently we see no need to change that policy.

Ok. Che cosa resta? Per il posizionamento i nostri amati

Tag Title e Meta Description

Partiamo dal meta description, che Google può usare per inserirlo sotto il Title nelle SERP: può, perchè come frammento di testo (snippet) potrebbe usare un pezzo preso dal testo contenente la key cercata o la descrizione di DMOZ (si può provare ad impedirgli quest’ultima azione con un <meta name=”GoogleBot” content=”noOdp”>).

Meglio forse scrivere nella description una frase compiuta, che termini con un punto, sfruttando i caratteri messi a disposizione e visualizzati da Google, inserendo la nostra keyword magari in posizioni di prominenza e prossimità, usando la meta description come call to action per il CTR

E il buon Tag Title?

Idem: parola chiave, usare i caratteri disponibili, prominence, proximity…ricordando di diversificarlo in ogni pagina. Insomma, per dirla con Google, fai un buon uso del tag title.

Altri meta? Vedi qui. Un ultimo piccolo appunto. Se vuoi suggerire al Bot di Google di passare a cadenza fissa sulle tue pagine, forse è meglio usare la Sitemap che <meta name=”revisit-after” content=”14 days”>, a detta di Google non usato.

Leave a Reply